Preventivo assicurazione scooter 125

Per il preventivo dell’assicurazione di uno scooter 125 la scelta è ampia, soprattutto online. Si possono infatti trovare varie offerte da parte delle diverse compagnie assicurative, che sui loro siti predispongono utili strumenti per il calcolo del preventivo.

Confrontare quanti più preventivi possibili è importante per avere un’idea globale di quanto offre il mercato, evitando di fermarsi alla prima offerta che ad un primo sguardo potrebbe sembrare la più vantaggiosa ma che, se valutata con attenzione, potrebbe presentare alcune lacune.

È necessario inserire ogni volta gli stessi parametri, così da evitare un confronto sbagliato: è importante prestare quindi molta attenzione nel momento in cui si inseriscono le proprie generalità e i dati relativi al veicolo da assicurare.

Ad influenzare il preventivo della polizza per lo scooter 125 possono essere molti fattori: si va dall’età al sesso, passando per il luogo di residenza e il luogo di custodia abituale del veicolo, senza dimenticare la cilindrata e la classe assicurativa del proprietario del veicolo, nonché intestatario dell’assicurazione.
L’età conta molto, soprattutto quando l’assicurato ha meno di 26 anni: in questo caso il prezzo sale esponenzialmente, ma sale ancor di più se si tratta di un neopatentato.

Un’altra distinzione per il premio finale è data dal sesso dell’assicurato: per le donne sono previste riduzioni intorno al 5%, in ragione di varie statistiche che dimostrano come queste siano coinvolte in minor numero rispetto agli uomini in incidenti stradali.

A cambiare il costo dell’assicurazione contribuisce anche la residenza: per chi abita in una grande città il prezzo sarà più alto in ragione di un maggiore tasso di criminalità rispetto ai piccoli centri.

La classe assicurativa, se alta, aiuta invece ad abbassare il premio: si ricorda che è possibile ereditare da un familiare convivente la sua stessa classe.

Molto cambia poi anche per la cilindrata: la categoria dei 125, sia moto che scooter, è particolarmente svantaggiata da questo punto di vista perché comporta un aumento del premio assicurativo rispetto a quello relativo alle cilindrate maggiori, in ragione della giovane utenza che generalmente la utilizza.

Per risparmiare sulla polizza si può decidere di assicurare il veicolo solo per un periodo  determinato dell’anno: sono molto diffuse le assicurazioni periodiche, che garantiscono una copertura di 3, 6 o 9 mesi, a fronte di un risparmio più o meno significativo rispetto alla copertura annuale. È importante valutare attentamente se il risparmio è significativo, perché nel caso in cui la differenza rispetto alla copertura annuale sia irrisoria, forse la convenienza non è poi così rilevante.

Infine, spesso accade che le diverse compagnie assicurative offrano vantaggi speciali per i nuovi clienti: si va dalle coperture aggiuntive, come quella per furto e incendio, alla polizza per danni al conducente, agli sconti di benvenuto. Valutare attentamente l’effettiva convenienza di queste offerte rende più semplice una scelta corretta e consapevole.