Assicurazioni scooter e motorini

Molte volte dunque, se si decide di assicurare il proprio ciclomotore si è costretti a ponderare la scelta a lungo per individuare le modalità più utili a risparmiare. Una modalità può sicuramente essere quella di comparare i prezzi cercando in rete i siti delle compagnie e facendo riferimento alle tabelle presenti in pagina.

Assicurare scooter e motorini in certi casi è davvero difficile: in alcune regioni italiane, infatti, le compagnie impongono prezzi proibitivi, molto spesso non commisurati al rischio effettivo che si corre. In questo grande caos, l’utente è spesso portato a fare il tam-tam delle varie agenzie, ricevendo sovente risposte poco confortanti circa i prezzi e le garanzie offerte.

Abusi contrattuali

Può capitare, soprattutto nelle regioni del sud, di subire un fenomeno che, sebbene vietato dalla legge antitrust, è portato avanti dalle compagnie assicurative: l’abuso di posizione dominante. Queste, per sconti spesso irrisori, subordinano la stipula del contratto con il cliente alla fruizione di un servizio accessorio, come per esempio una polizza infortuni per il conducente (è necessario ricordare che i passeggeri sono coperti, il conducente no). Oltre alla classica bonus-malus, è possibile stipulare anche polizze con franchigia: dietro un’esposizione maggiore, talvolta anche di 500 euro, se ne risparmiano poche decine.

Ogni compagnia predispone infatti una tabella da compilare con pochi dati: un modo celere ed efficace per avere un’idea dell’oceano che ci si appresta ad affrontare! Il confronto aiuta a valutare prezzi e condizioni di contratto senza doversi recare nelle agenzie sparse in città, comportando un notevole risparmio di tempo e stress.

Oltre alle compagnie tradizionali, sono proprio quelle online ad offrire i vantaggi maggiori: essendo nate appositamente per incontrare la domanda della rete, offrono spesso servizi più confacenti ai reali bisogni del consumatore. La velocità con cui si conclude il contratto, inoltre, aiuta a velocizzare i tempi, senza attendere giornate intere per l’emissione, e permette di risparmiarsi le lunghe code negli uffici delle compagnie di assicurazione. In un mondo sempre più frenetico, anche questo gioca un punto a favore delle compagnie operanti solo sul web.
Decreto Bersani

Per chi ha un genitore che ha già assicurato uno scooter e possiede una classe di merito elevata, il Decreto Bersani può sicuramente essere una modalità più veloce per ottenere la tanto attesa prima classe. Diversamente questa classe si raggiunge solo dopo tanti anni e sempre in seguito alla valutazione relativa ai sinistri che si sono verificati.

Nonostante le compagnie cerchino, a volte, di fare differenziazioni di tariffa anche in base all’età, penalizzando i più giovani, sfruttare la Legge Bersani è un’agevolazione a cui possono fare riferimento in molti. Se uno dei due genitori non ha uno scooter o non è nelle prime classi di merito non è invece possibile approfittare di questa agevolazione. In questi casi la cosa migliore risulta sempre quella di cercare online il preventivo più adeguato alle proprie esigenze, che faccia risparmiare il massimo possibile e permetta di assicurare il proprio motorino alle condizioni migliori.